Se segui la luna tutto è permesso (al momento giusto) di Johanna Paungger-Thomas Poppe

Se segui la luna tutto è permesso (al momento giusto) di Johanna Paungger-Thomas Poppe Acquista su Macrolibrarsi

Durante il mio lavoro insisto molto sull’importanza di rapportarsi diversamente al cibo e di far diventare l’atto della nutrizione un qualcosa di esperienziale più che un processo cerebrale basato unicamente sulla raccolta di nozionismi scientifici e non. Siamo chiamati a recuperare quell’istinto tipico di tutto il regno animale che fa sentire di quali sostanze abbiamo veramente bisogno e quando. Cerco di risvegliare quell’intuito sopito attraverso l’ascolto, l’assecondamento ed il ri-orientamento dell’istinto alimentare stesso, se quello che viene usato non è funzionale al benessere della persona. Tuttavia non avevo mai inserito tra le variabili che possono concretamente influenzare i diversi bisogni alimentari (tipo di lavoro svolto, la costituzione della persona, la stagione dell’anno, lo stato di salute, le intolleranze emotive e non, ecc.) anche il ciclo lunare. Per me è sempre stata una cosa che in astratto sapevo essere molto importante, ma che non hai mai fatto veramente mia o applicato concretamente. Da un anno a questa parte, attraverso i meravigliosi percorsi della vita, mi sono accorta di come quest’aspetto fosse ancor più importante in particolare per donne, come me, che possono avere la luna con degli aspetti un po’ pesanti (negativi se vogliamo) nel piano natale o che da anni combattono nel trovare un equilibrio tra il proprio femminile e maschile, tra ciò che le intossica e ciò che dà loro beneficio. Quasi per gioco ho comprato l’agenda della luna (in pratica un lunario, un calendario che mostra le fasi della luna e la posizione della luna nello zodiaco) ed ho cominciato ad osservare come questa influenzasse la mia capacità di tollerare certi cibi o di sentirmi più o meno gonfia. Il principio del libro di Johanna e Thomas è proprio quello che da anni cerco anch’io di diffondere, anche se in modo diverso: “Nel momento giusto tutto è permesso”. Non esiste una rigida regola universalmente valida che si può applicare sempre e a tutti capace di dirci cosa dobbiamo mangiare, cosa ci fa bene e cosa no (le famose liste di cibi sì e cibi no).


Ma il libro è molto di più, vi riporta a quell’antica saggezza circa l’influsso dei ritmi naturali e lunari, alla quale abbiamo rinunciato da tempo. Non si tratta di conoscenze esoteriche ma di un sapere diffuso in tutto il mondo ed utilizzato da contadini, giardinieri, artigiani, falegnami, medici (lo stesso Ippocrate sceglieva seguendo la luna il momento perfetto per operare). Tutti vivevano secondo la luna, proprio come il mondo moderno vive secondo la TV o i consigli dell’ultima rubrica online. Anticamente a nessuno sarebbe venuto in mente di non controllare lo stato della luna prima di mietere, guarire, costruire. Noi oggi possiamo fare di più e grazie a questo libro ed ai precedenti scritti dagli stessi autori, possiamo prenderci cura del nostro corpo rispettando non solo il nostro carattere ma anche i ritmi della luna e della natura. Gli autori si occupano anche di due categorie diverse di persone (nel libro o sul loro sito il test per capire a quale si appartiene) e dell’alimentazione che si adatta ad ognuna di queste. Seguono nei capitoli seguenti consigli alimentari ed erboristici.
Rispetto ai molti libri/informazioni in circolazione si avverte un vero sapere antico che non ha nulla a che fare con superstizioni o improvvisate deduzioni astrologiche. Gli autori infatti ci ricordano che la conoscenza della luna non reca nessun vantaggio se viene usata con rigidità assoluta, eccessiva precisione e fanatismo. Inoltre, una volta risvegliato l’intuito, possiamo accorgerci che siamo noi il vero lunario e possiamo integrare tutte queste informazioni inconsciamente e quindi vivere bene intuitivamente. Infatti qualsiasi strumento a nostra disposizione, dal calendario, al digiuno, ad una delle tante discipline per mente-corpo-spirito, non dovrà mai sostituire la nostra capacità di percezione e la nostra esperienza personale. Tuttavia tutti questi strumenti sono necessari come chiavi per ampliare le nostre percezioni e dall’esperienza che ne possiamo fare nascerà una forza che ci potrà essere utile in tutti i campi della nostra vita.
Ultima modifica ilSabato, 19 Luglio 2014 11:00

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 
 
Color I Color II Color III Color IV Color V Color VI