La sindrome del gemello scomparso di Alfred r.& Bettina Austermann

La sindrome del gemello scomparso

vai al sito macrolibrarsi

Una delle sincronicità più importanti della mia vita è stata la lettura di questo libro, che mi è capitato letteralmente in mano proprio quando scoprii che molto probabilmente non ero stata sola nell’utero della mamma. Sarà perché ero in dolce attesa e mia madre mi raccontò che all’epoca della sua gravidanza, le avevano detto di sentire due battiti distinti e che molto probabilmente si trattava di una gravidanza gemellare. Verso l’ottavo mese le fecero una radiografia (brrr) e decretarono l’esistenza di un feto a termine e nessuno pensò più a quello che diventò un fantasmino d’inizio gravidanza. Questo libro mi ha veramente aperto un mondo ed è riuscito a fornirmi la chiave di lettura di molti aspetti della mia vita che non ero ancora riuscita a chiarire con le tecniche che avevo provato fino a quel momento. Sentivo di aver fatto molti passi avanti soprattutto per quanto riguardava le malattie psicosomatiche di cui soffrivo, ma allo stesso tempo mancava qualcosa…

Sebbene pochi ne siano a conoscenza è ormai assodato che 1 gravidanza su 10 inizia con più embrioni, anche se presenta un solo embrione a termine. La morte degli altri embrioni avviene di solito entro il primo trimestre di gravidanza. Se la morte avviene prima della quattordicesima settimana di gestazione l’embrione viene completamente assorbito dalla placenta o si integra nel corpo del co-gemello. Se è successiva si può vedere nella placenta espulsa una sorta di feto fossilizzato. Prima degli anni 80 e dell’avvento dei metodi ecografici un gemello scomparso veniva notato raramente. A livello fisico la madre non sente nulla e non si accorge di nulla.

I sintomi che possono riscontrarsi nei gemelli nati soli sono i seguenti (anche se soffrirne non vuol dire necessariamente aver perso un gemello). Sintomi fisici: problemi di udito, problemi di vista, malformazioni congenite della colonna vertebrale, cisti dermoidi e teratoma, tumori al cervello. Tra le ripercussioni psicosomatiche: vertigini, oppressione al petto e dolori di cuore, attacchi di panico, tremori e paura della morte, problemi cutanei, coliche. Tra le ripercussioni fisiche: sensi di colpa, senso di solitudine, depressione, “appiccicarsi” agli altri, debolezze, gelosia, affaticamento cronico, manie di “persecuzione”, “fame” di contatto fisico, colpi di sfortuna ed insuccessi professionali a ripetizione, difficoltà ad avere figli, desiderio di morte.

Riscoprire l’eventuale gemello scomparso permette di tornare a vivere pienamente, di riprendersi il proprio posto nel mondo e finalmente di risalire alla vera causa della solitudine, dei fallimenti o delle malattie che si vivono. Scoprire di aver avuto un gemello di per sé non guarisce: perché questo avvenga è essenziale sperimentare l’antico legame, rendersi conto delle sue conseguenze e riconoscere la terribile catastrofe accaduta.

Il libro mi è piaciuto molto perché si basa sull’esperienza terapeutica degli autori, su numerose testimonianze dirette, sulle nozioni scientifiche più recenti, sui rilevamenti ecografici che hanno finalmente potuto mostrare questo fenomeno in maniera inequivocabile e sulle scoperte della psicologia prenatale che ha evidenziato quanto sia terribile per un feto, persino allo stato embrionale, subire un lutto così precoce. Il libro aiuta a riconoscere se si soffre di questa sindrome e dà degli ottimi spunti per guarirla. Ho trovato anche molto interessante la chiave di lettura che, sulla base di queste scoperte, possiamo dare ai problemi di alcune star famose che molto probabilmente erano dei gemelli sopravvissuti.

Ultima modifica ilSabato, 19 Luglio 2014 10:58
Altro in questa categoria: « Il giusto respiro e I-denti-tà

1 commento

  • Roberta
    Roberta Giovedì, 14 Maggio 2015 21:58 Link al commento

    Sconvolgente..lo leggero' sicuramente.grazie

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 
 
Color I Color II Color III Color IV Color V Color VI