La dieta paradossale di Giorgio Nardone


La dieta paradossale di Giorgio Nardone Acquista su Macrolibrarsi

Quando mi viene chiesto come sono riuscita a raggiungere un buon equilibrio con il cibo mi trovo in difficoltà perché fatico a risalire a tutti gli step che mi hanno portato da un rapporto disfunzionale con il cibo stesso a dove sono ora. Tuttavia, quando ho letto questo libro, ho ritrovato alcune delle cose che istintivamente ho applicato lungo la via per giungere alla libertà ed al piacer del mangiar sano restando in forma.

Un libricino per tutti coloro che si sentono a dieta da una vita, che hanno sperimentato l’efficacia di diete anche molto diverse tra loro e che alla fine sono giunti alla conclusione che nessuna funziona effettivamente perché nessuna può essere mantenuta nel tempo. Eppure la soluzione ci sarebbe ed è quella di rendere sano ed equilibrato il piacere di mangiare. Per farlo bisogna prima di tutto spogliarsi da preconcetti e credenze sulla relazione con il cibo che pur non funzionando vengono continuamente proposte sia per interessi commerciali che per rigide posizioni pseudoscientifiche. La dieta paradossale funziona proprio perché invece di forzare o reprimere le nostre naturali inclinazioni le incentiva e le riorienta. Il nostro corpo infatti è naturalmente portato all’equilibrio se opportunamente indirizzato. Anche le recidive o gli scivoloni lungo la dieta diventano allora momenti normali all’interno di un processo di cambiamento e non “cedimenti di volontà”.

Giorgio Nardone ci descrive da un lato tutte le dinamiche erronee che portano al fallimento di una dieta e dall’altro l’approccio della dieta paradossale e le prescrizioni da seguire per attuarla (non consiste infatti nella grande abbuffata come si potrebbe credere erroneamente da quanto scritto qui di seguito). Il motto che sta alla base di questa dieta è: “se te lo concedi puoi rinunciarvi, se non te lo concedi diventa irrinunciabile … nei fatti, mentre chi si astiene porta sempre con sé il desiderio di ciò da cui si è astenuto, chi si concede il piacere di ciò che desidera dopo un po’ non lo desidera più così tanto”. Ma l’autore si spinge oltre alla descrizione di come raggiungere un equilibrio tra il piacere di mangiare, la propria salute e la propria estetica occupandosi anche del mantenersi in forma con altrettanto equilibrio.

In poche pagine Nardone riesce ad innescare un vero e proprio cambiamento nella percezione che abbiamo degli alimenti. La sua vasta esperienza nel campo delle patologie alimentari diventa un valido aiuto anche per chi ha solo problemi di controllo e gestione del peso. Un’ulteriore dimostrazione che a volte sono le cose in apparenza più semplici a funzionare davvero.

Ultima modifica ilSabato, 19 Luglio 2014 11:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 
 
Color I Color II Color III Color IV Color V Color VI