Breviario di Resistenza Alimentare di Michael Pollan


Breviario di resistenza alimentare di Michael Pollan Acquista su Macrolibrarsi

Lo ammetto: ho un debole per i manualetti! Sarà perché sono brevi, non richiedono un grande sforzo di concentrazione, perché posso aprirli a caso e sapere che sto leggendo ciò che è più importante che io sappia in quel momento (una sorta di piccolo oracolo insomma), o ancora perché lasciano spazio all’interpretazione ed alla fantasia sul come attuare ciò che leggo. E poi si prestano benissimo per un regalo indirizzato anche a chi non ama leggere.

Il “Breviario di Resistenza alimentare” è un libricino divertente ed intelligente che descrive piccole regole di senso comune (64 perle di saggezza, una per pagina) per un mangiare sano, consapevole e felice. Il vero paradosso odierno è più ci preoccupiamo e ci interessiamo di nutrizione e dieta, peggio mangiamo. La premessa alla base del libro è molto semplice: finora le persone si erano basate sulla tradizione invece che sulle regole nutrizionali per guidare le loro abitudini alimentari. I pasti erano preparati senza fretta a partire da ingredienti freschi, di stagione, spesso locali, e ci si sedeva a mangiare insieme. Tutte abitudini molto lontane dal mondo di oggi dove spesso ci si nutre di “cose a forma di cibo” piuttosto che di cibo vero. Michael Pollan ci chiede quindi di tornare a mangiare solo ciò che “la nostra bisnonna potrebbe riconoscere come cibo” o ancora di “provare a godersi il pasto almeno per lo stesso tempo che è occorso per cucinarlo”. Non è quindi un libro che spiega importanti verità sulla politica del cibo o che lancia argomentazioni rilevanti. Per queste cose basta leggere i libri più esaustivi e completi di Michale Pollan: “Dilemma dell’Onnivoro” ed “In difesa del Cibo”. Si tratta piuttosto di un’introduzione alla sua filosofia resa fruibile per tutti.

Molte persone mi chiedono come diffondere le loro nuove abitudini alimentari o di stile di vita a familiari ed amici senza venir derisi o senza sembrare dei fanatici. Ecco qui un mezzo rapido, simpatico per farlo e per celebrare anche con chi amiamo una vita vissuta appieno in tutte le sue scelte, comprese quelle alimentari. Chiunque infatti può partire dall’affermazione più divertente o più facile rispetto a dove si trova in quel momento e provare ad attuarla. Se infatti per queste persone mangiar sano è quanto di più lontano possa esserci, le frasi sono così facili da memorizzare e divertenti che ogni singolo concetto legato all’alimentazione diventa veramente immediato da imparare ed implementare. Se invece i vostri amici sono già dei super esperti di nutrizione, forse si sono persi tra mille concetti, anche molto complessi, quali antiossidanti, polifenoli, probiotici, omega3, ecc. senza aver ancora compreso del tutto cosa è meglio mangiare. Inoltre spesso abbiamo amici che desiderano migliorare il proprio inglese ed allora perché no? “Food Rules” di Michael Pollan (su www.amazon.it c’è anche la versione illustrata con 19 nuove regolette) è adattissimo per questo, di facile lettura anche per chi l’inglese lo sta imparando. I messaggi sono ancora più efficaci e divertenti se convogliati nella loro lingua originale.

Ultima modifica ilSabato, 19 Luglio 2014 11:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 
 
 
Color I Color II Color III Color IV Color V Color VI